Giovannetti

Immerso nel verde della campagna pistoiese, dove i vivai seguono un disegno di trame razionali e regolari, sorge lo stabilimento giovannetti, che per le caratteristiche della sua struttura potrebbe essere definito quasi un totem per l'architettura radical degli anni Settanta.

L'azienda, creata e ancora oggi guidata con grande energia dal Cav. Benito Luigi Giovannetti, nasce nella metà degli anni Sessanta, proponendosi fin dall'inizio all'attenzione mondiale con prodotti innovativi e di ricerca, perfettamente inseriti nel clima di sperimentazione di quegli anni, durante i quali venivano elaborate nuove forme e modi di soddisfare il bisogno di relax, del ritrovarsi e del conversare.
Questa è la filosofia che darà vita alla fine degli anni sessanta ad una serie di prodotti, come Bazaar, Onos, Teso, Lambda e Yates progettati dal Superstudio, che oggi godono di grande fama nel mondo dei collezionisti e del modernariato.

L'avvenuta maturità industriale fu espressa da Giovannetti con Anfibio, progettato da Alessandro Becchi, un prodotto che, nato come trasformabile, adempie alle funzioni di divano e letto, in modo semplice e poetico.

Designer che lavora con Giovannetti